Colesterolo buono e colesterolo cattivo

ldl_e _hdlIl colesterolo è un composto organico appartenente alla famiglia dei lipidi steroidei. Nel nostro organismo svolge diverse funzioni biologiche, importanti ed essenziali:

• è un componente delle membrane cellulari, di cui regola fluidità e permeabilità

• è il precursore degli ormoni steroidei, sia maschili che femminili (testosterone, progesterone, estradiolo, cortisolo, ecc.), della Vitamina D e dei sali biliari

 

 

Nonostante questo ruolo biologico di primo piano, quando il colesterolo circola nel sangue in concentrazioni superiori alla norma si trasforma in un acerrimo nemico della nostra salute.

Il colesterolo deriva in minima parte dall’alimentazione e soprattutto da sintesi endogena. Gli alimenti ad alto contenuto di colesterolo sono quelli di origine animale, generalmente ricchi di grassi saturi come uova, burro, carni, salumi, formaggi ed alcuni crostacei.

Circa l’80-90% del colesterolo totale viene prodotto autonomamente dal nostro organismo, soprattutto dal fegato ma anche dal surrene e dalle ghiandole sessuali. Ciò spiega come mai in alcuni soggetti, nonostante un’alimentazione equilibrata e un regolare programma di attività fisica, i livelli di colesterolo permangano elevati.

Quando la produzione endogena è fisiologicamente elevata, come in questi casi, si parla di ipercolesterolemia familiare. Qualunque sia la sua origine l’ipercolesterolemia è caratterizzata da una concentrazione di colesterolo nel sangue (colesterolemia) superiore al valore normale.

Il colesterolo nel sangue deve mantenersi al di sotto di 200 mg/dl. Non tutto il colesterolo “è uguale”, si distingue un colesterolo “cattivo” o LDL ed un colesterolo “buono” o HDL.

Il colesterolo cattivo, LDL, tende ad accumularsi sulle pareti delle arteria, formando aggregati sempre più densi fino a generare delle vere e proprie placche, dette ateromi.

Queste placche fanno perdere la naturale elasticità delle arterie e possono causare gravi danni soprattutto al cuore (infarto) o al cervello (ictus).

Il colesterolo buono, HDL, ripulisce le arterie catturando il colesterolo in eccesso e trasferendolo ai tessuti (soprattutto al fegato), dove viene smaltito.

Più è alto il livello di HDL nel sangue e minore sarà il rischio di sviluppare aterosclerosi e tutte le altre conseguenze negative dell’ipercolesterolemia.

Da quanto detto oltre al valore del colesterolo totale, è di grande importanza valutare HDL ed LDL e soprattutto il loro rapporto che è oggi considerato un indicatore di rischio cardiovascolare.

Quello del colesterolo è uno degli esami di laboratorio inclusi nel pacchetto prevenzione cardiologica IGEA FRATTAMAGGIORE

Dettagli sull'autore

IGEA Frattamaggiore è un polo sanitario d’eccellenza, a Napoli e in Campania da oltre 20 anni

Lascia un Commento

Nome (richiesto)
Email (richiesto)
Commenta (richiesto)

Potresti usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>