TAC e ASIR: ridotta esposizione alle radiazioni

TAC_ ASIRChe Cos’è La TC o TAC

La tomografia computerizzata è una tecnica per analisi diagnostiche che impiega raggi X, serve per riprodurre determinate aree del corpo attraverso le immagini. Le immagini prodotte possono essere combinate per ottenere una ricostruzione tridimensionale.

Rischi di esposizione elevata alle radiazioni

La metodica della TAC ha grandi potenzialità, ma l’esposizione eccessiva alle radiazioni può comportare dei rischi. Per questo motivo, questo tipo di esame viene effettuato solo se clinicamente giustificato.

Le conseguenze di una sovraesposizione si manifestano solo se viene superato un determinato valore di dose assorbita. Colpiscono tutti gli individui esposti a dosi superiori a quella soglia, salvo modeste differenze di suscettibilità individuale.

La gravità delle manifestazioni cliniche è proporzionale alla dose assorbita: relazione dose-effetto (all’aumentare della dose assorbita aumenta la gravità degli effetti), compaiono dopo un periodo di latenza e dipendono dal tipo di irradiazione, che può essere globale o parziale.

Esami TC sono controindicati in gravidanza, specie se l’area da indagare è l’addome. In soggetti giovani per evitare l’esposizione a radiazioni ionizzanti, si preferisce ricorrere alla Risonanza Magnetica.

Che Cos’è L’ASIR

La tecnologia ASIR (Additive Static Iterative Reconstruction – Ricostruzione Iterativa Statistica Adattiva) è una tecnologia di ricostruzione delle immagini che consente la riduzione dei rumori, cioè dei disturbi sulle risposte iconiche prodotte dalle macchine.

Le macchine con ASIR producono immagini ad alta definizione per ogni parte anatomica.

Questa tecnologia si basa sulla modellazione accurata della distribuzione del rumore dei dati acquisiti, piuttosto che modellare l’ottica del sistema.

Il risultato è un algoritmo che è computazionalmente efficiente ed efficace, permettendo riduzioni di dose di radiazioni che non sarebbero altrimenti possibili: durante l’acquisizione di immagini diagnostiche, l’algoritmo ASIR permette di ridurre le radiazioni ioniche in modo da ridurre la dose di radiazioni complessiva, al fine di ottenere una risposta efficace dalla macchina, limitando l’esposizione.

Il numero di radiazioni necessarie ad una buona risposta dalle macchine con ASiR o dose TC (in Italia più conosciuta come TAC) può essere ridotto in base all’attività clinica, alla corporatura del paziente, alla posizione anatomica e alla pratica clinica.

TAC e Pazienti in sovrappeso

A causa della modulazione corrente del tubo automatizzato, abitualmente utilizzato in tutti gli scanner MDCT, progettato per mantenere uno standard di qualità di immagine operatore determinato, i pazienti obesi vengono esposti ad una maggiore quantità di radiazioni durante la TC.

Sulla maggior parte degli scanner tradizionali, un grande habitus corpo introduce eccessivo rumore dell’immagine, incidendo sulla qualità della risposta dell’esame.

Utilizzando uno scanner senza tecnologia ASiR o standard, quindi, la qualità della risposta è inferiore rispetto a quella di un paziente normopeso.

La qualità delle immagini TC, essendo nettamente superiore è quindi utile, soprattutto in caso di esami di pazienti obesi.

Il Gruppo Igea Frattamaggiore ha fornito ai suoi centri macchine per TC (popolarmente conosciuta come TAC) a tecnologia ASiR.

I centri Igea Frattamaggiore sono così in grado di assicurare una maggiore salvaguardia della salute dei propri clienti, investendo nell’acquisto di macchinari all’avanguardia, a ridotta esposizione di radiazioni ionizzanti.

Dettagli sull'autore

IGEA Frattamaggiore è un polo sanitario d’eccellenza, a Napoli e in Campania da oltre 20 anni

Lascia un Commento

Nome (richiesto)
Email (richiesto)
Commenta (richiesto)

Potresti usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>